Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home/evatoiit/public_html/modules/mod_cookiesaccept/mod_cookiesaccept.php on line 24

Eva Tomei Photographer Cookies Policy

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy Cosa sono I cookie sono piccoli file di testo memorizzati nel computer o nel dispositivo mobile dell´utente quando visita il nostro sito web. A cosa servono I cookie sono da noi utilizzati per assicurare all´utente la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviare messaggi promozionali personalizzati. Tipologie di cookie I cookie sono categorizzati come segue. Cookie di sessione. Cookie automaticamente cancellati quando l´utente chiude il browser. Cookie persistenti. Cookie che restano memorizzati nel dispositivo dell´utente sino al raggiungimento di una determinata data di terminazione (in termini di minuti, giorni o anni dalla creazione/aggiornamento del cookie). Cookie di terze parti. Cookie memorizzati per conto di soggetti terzi. E possibile controllare ed eliminare i singoli cookie utilizzando le impostazioni della maggior parte dei browser. Ciò, tuttavia, potrebbe impedire di utilizzare correttamente alcune funzioni del nostro sito web. Per saperne di più è possibile fare riferimento a www.aboutcookies.org o www.allaboutcookies.org. Gestione dei cookie direttamente dal sito Per ottimizzare la tua esperienza anche nella gestione dei cookie, abbiamo deciso di organizzare i cookie utilizzati da questo sito in quattro categorie, in base alle finalità perseguite: essential, comfort, performance, advertising. Essential: Questi cookie sono indispensabili per il regolare funzionamento del sito e delle relative funzioni. Esempi: cookie di autenticazione. Comfort: Questi cookie consentono di migliorare il comfort e l´usabilità dei siti Internet e di mettere a disposizione svariate funzioni. Ad esempio, nei cookie comfort è possibile memorizzare i risultati delle ricerche, le impostazioni della lingua, la dimensione del carattere. Performance: Questi cookie raccolgono informazioni su come sono utilizzati i siti Internet. I cookie prestazionali ci aiutano per esempio a stabilire quali sono i settori più popolari del nostro sito. Questo ci permette di adattare i contenuti delle pagine Internet ai vostri desideri e al contempo di migliorare i servizi Internet offerti. Advertising: Questi cookie sono utilizzati per personalizzare l´invio delle informazioni e delle comunicazioni pubblicitarie, in funzione degli interessi dell´utente, ad es. in base alle pagine visitate.

logo6

Sulle ginocchia degli dei

  • Sulle ginocchia degli dei

     

     

    Sulle ginocchia degli dei

    La fotografica si trasforma in uno strumento che va oltre il mero desiderio di documentare, per sprigionare invece le emozioni. I soggetti delle sue immagini a volte sono sfocati, a volte evanescenti, ma non per suggerire alcunché di volutamente onirico e neppure per un virtuosismo neopittorialista. La sue non sono mai fotografie soggettive, narcisisticamente introspettive: si limitano – e in questo sta la loro forza – a tradurre come un delicato sismografo l’intensità di un incontro nato dalla capacità di sentire e amare la forza della terra, delle rocce, del mare, malgrado i segni disgreganti lasciati oggi dall’uomo.
    Diversamente dal celebre lavoro di Mimmo Jodice dedicato al Mediterraneo, qui l’autrice non evita infatti le tracce del presente. Mentre il grande fotografo napoletano era alla ricerca di quei luoghi che ancora possedevano un loro genius loci, un senso di eternità che li pervadeva come un’aura, e ha quindi realizzato immagini volutamente sospese nel tempo, Eva Tomei cerca il passato nella realtà di oggi. Sembra volerci suggerire che, nonostante il mare sia solcato dalla scia di un motoscafo, è possibile ancora a evocare un senso d’immensità e di pace. Ci fa sentire come il cono poderoso dello Stromboli (l’isola di Eolo), seppur visto dietro il finestrino appannato di un battello, emani ugualmente, o forse ancor di più, una forza misteriosa e possente. Per lei, così come per Mimmo Jodice, il passato non è infatti qualcosa di inerte da guardare con malinconica nostalgia, ma rimane ancora attivo dentro di noi e nei luoghi del Mediterraneo: ha una sua vita, una sua intensità arcaica e sacrale, che ci può sempre pervadere

    Gigliola Foschi